Proprietà dello Zenzero


Grazie alle proprietà dello zenzero puoi ridare nuova vita all’organismo e dire addio a raffreddore e mal di gola !

proprietà dello zenzero

Proprietà dello Zenzero

Quali e quante sono le proprietà dello zenzero e come può aiutarci nella lotta ai malanni..

Quando si parla di zenzero, la prima cosa che ci viene in mente è il suo sapore un po’ piccante, dal gusto a metà tra il limone e la citronella. Impiegata da millenni in Cina, Giappone e India per le sue proprietà curative e come spezia alimentare, negli ultimi decenni anche il mondo occidentale sta imparando ad apprezzarne l’uso in cucina e come rimedio naturale per curare diversi disturbi.

La Pianta

Lo zenzero (Zingiber Officinale Roscoe) è una pianta erbacea perenne appartenente alla famiglia delle Zingiberaceae che può raggiungere un’altezza pari a un metro e mezzo.

Caratterizzato da un rizoma carnoso e nodoso di colore giallo, ricoperto da una sottile pellicola di color beige. Dai nodi spuntano dei fusti verdi all’aria aperta con foglie lanceolate.
Diversi studi hanno dimostrato che lo zenzero è altamente efficace per il trattamento di una serie di disturbi; è, infatti, un tonico stimolante, digestivo, antinfiammatorio, analgesico e antibiotico naturale.

digestione

Ecco perché è sempre più presente nelle nostre dispense.
La parte utilizzata come rimedio naturale è quella nascosta, il rizoma, che molti definiscono radice ma che tecnicamente non lo è. Questa è la parte ricca in olio essenziale, gingeroli, shogaoli (da cui proviene il gusto piccante), cera, acidi organici, sali minerali e zuccheri.
Tradizionalmente la medicina cinese e indiana utilizza lo zenzero per trattare malattie da raffreddamento quali raffreddore, mal di gola, tosse e indolenzimenti diffusi. E’ stato anche dimostrato che lo zenzero stimola il sistema immunitario, combattendo efficacemente i virus responsabili del raffreddore con una vera e propria azione antivirale.

zenzero e bronchite

Aiuta a liberare i bronchi, scioglie il muco, facilitando così la respirazione, contrastando efficacemente anche la tosse. Inoltre,
grazie alle sue proprietà termogeniche, lo zenzero riesce anche a rilasciare nel nostro organismo una dolce sensazione di calore, cosa che può rivelarsi molto utile in caso di febbre e di brividi.
La presenza nel rizoma di sostanze naturali con efficace azione antibatterica (linalolo, cimene, cumene, mircene), assicura inoltre allo zenzero proprietà antimicrobiche utili per contrastare l’influenza. Inducendo sudorazione ed espulsione di calore, allevia anche la febbre lieve.

Consumare lo zenzero più volte al giorno quando si soffre di raffreddore o influenza, contribuisce adisintossicare il corpo in modo naturale accelerando il processo di guarigione.

tisana allo zenzero

Tisana

Per preparare in casa una tisana con zenzero, limone e miele, procuratevi una radice di zenzero e un limone biologico. Sbucciate 3 cm di radice, tagliatela a fette sottili e sistematela in un pentolino insieme alla buccia grattugiata del limone. Aggiungete circa 300 ml di acqua e portate a bollore.
Lasciate bollire per circa quindici minuti. Togliete dal fuoco e fate raffreddare. Quando il decotto sarà tiepido, filtratelo e unitelo al succo di mezzo limone spremuto e a un cucchiaio di miele. In alternativa, potete aggiungere un pizzico di cannella, dalle spiccate proprietà antibatteriche.

sciroppo allo zenzero

Sciroppo

La preparazione dello sciroppo allo zenzero per combattere il mal di gola, non richiede grosse difficoltà. Come per la preparazione della tisana, occorre far bollire per circa quindici minuti la radice di zenzero e la scorza di limone grattugiato. Filtrate e aggiungente 100 gr di miele di Eucalipto. Rimettete la tisana sul fuoco e lasciatela sobbollire fino a quando non raggiungerà una
consistenza più densa.

Il risultato sarà il vostro sciroppo che andrete a trasferire in una bottiglia.
Assumete un cucchiaio tre volte al giorno per alleviare il mal di gola e liberarvi dal catarro.
Cautela per chi assume farmaci antiaggreganti piastrinici e anticoagulanti orali. Il consiglio è sempre quello di consultare il proprio medico per un uso terapeutico in totale sicurezza.